PUOI SOLO OSSERVARE

Ci sono giorni in cui ti immagino seduta, con un vestito elegante e di colore rosso sangue, ad osservare tutto ciò che accade in questa corsa che ci affanniamo a correre ogni giorno.

Osservi i figli da cui hai dovuto separarti così presto e li ispiri a fare le scelte migliori, lasciando loro la libertà di commettere gli errori che servono a imparare.

Osservi me che scrivo, disegno, lavoro, mi prendo cura di noi, sbaglio e mi correggo.

Osservi i tentativi di fare in modo che qualcosa cambi.

Osservi i medici e le donne in dolce attesa, e vorresti fare in modo che la tua morte possa avere almeno il significato di salvare la vita di altri.

Ma puoi solo osservare.

Osservi tutto questo e tanto altro, mentre aspetti che il tempo che ci separa scorra, il tempo che per te, nell’eternità in cui ti trovi adesso, non è altro che un battito di ciglia.

ABBRACCIAMI

Abbracciami con la tua luce
così che io possa uscire dal buio della notte.
Dopo che la tua luce mi avrà avvolto
io ti lascerò andare
così che tu possa salire ancora più in alto,
a brillare come e più di tante altre stelle,
per sempre.