I NOSTRI NOMI

“Tiziana”, non ti piaceva quando ti chiamavo così. Da me preferivi essere chiamata in altri modi, ma non con il tuo nome. Nemmeno tu mi chiamavi con il mio, quasi mai.

“Amore mio” è stato l’appellativo che abbiamo usato di più in questi anni, seguito da quel “moglie” o “marito” che a chi qualche volta ci ascoltava poteva sembrare riduttivo, quasi come se volessimo incastrarci nei nostri rispettivi ruoli.

Invece, mi piaceva quel “maritooo” che a volte usavi per richiamare la mia attenzione e  mi è persino capitato di immaginare di riascoltarlo quando ho avuto bisogno di forza, negli ultimi tempi, per continuare a fare del mio meglio.

Me l’avevi detto chiaramente che non ti piaceva quando ti chiamavo Tiziana: era quasi come se  chiamarti come chiunque altro significasse che tu non fossi speciale per me. A volte lo facevo però:  per punzecchiarti ti chiamavo Tiziana, per vedere la tua faccia strana nell’ascoltare il tuo nome pronunciato da me.  Ma alla fine ricominciavo sempre a chiamarti “amore mio” o “moglie”.

E, mentre il tuo nome lo useranno ancora in tanti, parlando di te, della tua vita e della tua storia, io  so che potrò ancora chiamarti diversamente, onorando tutte le esperienze che abbiamo vissuto insieme e il tuo essere speciale.  

Una risposta a “I NOSTRI NOMI”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *