TUTTO SI TRASFORMA E NIENTE SI DISTRUGGE

Ai miei amici parlo da tanti anni di quella che io chiamo la concatenazione degli eventi, quella che mi ha portato a essere qui e ora, proprio come sono oggi, e  di tutti quei punti di svolta verificatisi ogni volta che ho dovuto prendere una decisione importante e agire di conseguenza.

La tua morte lo è stata di sicuro, un punto di svolta.  In quel momento, aiutato da qualcosa che non riesco ancora a spiegarmi e facendo tesoro delle mie esperienze, nella mia vulnerabilità ho trovato la forza per fare ciò che mi è sembrato meglio per tutti noi, mettendomi a scrivere, a disegnare, a registrare quello che mi ha fatto sentire sempre meglio ogni giorno un po’ di più.

Oggi posso dire di essere d’accordo con chi dice che tutto si trasforma e niente si distrugge,  basta saper cogliere ciò in cui si trasforma. E mi conforta pensare che tu, prima di andartene, ti sia trasformata in quel dono speciale che hai potuto vedere, accarezzare, allattare e di cui hai potuto gioire per quel poco di tempo che ti è stato concesso: Giada, quella splendida bambina in cui una parte di te potrà continuare a vivere una vita nuova, indipendentemente da ciò che tu sei stata.

Una risposta a “TUTTO SI TRASFORMA E NIENTE SI DISTRUGGE”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *