ALL’ALTEZZA DELLA VITA

Credo che persino un piccolo ostacolo possa sembrarci insormontabile quando siamo alti più o meno un metro e venti. Ma penso anche che se cominciamo a superare delle prove, piccole o grandi che siano, già quando abbiamo ancora quell’altezza, allora da grandi probabilmente riusciremo ad affrontare le altre sfide che troveremo sul nostro cammino.

Di prove il nostro piccolo ometto ne sta affrontando tante negli ultimi tempi: quella enorme della tua mancanza e quelle più piccole, ma altrettanto importanti, che lo stanno preparando a vivere una vita degna di essere vissuta.

Ieri per esempio l’uomo ragno gli ha fatto un baffo: Pasquale si è arrampicato come e meglio del suo supereroe preferito. È salito più o meno fino in cima, da solo, fino a quasi sei metri di altezza. E quando ha avuto qualche attimo di titubanza, io ho fatto l’unica cosa che come padre mi è concesso fare : ho messo da parte la videocamera, mi sono alzato, e ho assistito orgoglioso a ciò che stava facendo, incitandolo e ricordandogli che “se affrontiamo le nostre paure, queste diventano sempre più piccole e magari in un attimo svaniscono“.

E allora è salito ancora, un altro bel po’, affrontando con successo la sua paura dell’altezza. Quando è sceso gli ho detto semplicemente che ero – e sono – orgoglioso di lui, e gli ho anche detto che ciò che più conta è che lui sia orgoglioso di se stesso, per ciò che ha fatto e che continua a fare giorno dopo giorno…

Spider-man (c) Marvel Comics Group.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *