L’EFFETTO PIGMALIONE

Anni fa ho letto di uno strano esperimento, avvenuto in una scuola americana. Dei ricercatori hanno simulato un test di intelligenza con dei bambini. Subito dopo hanno comunicato agli insegnanti di quegli alunni che alcuni di loro erano davvero dei geni e che entro la fine dell’anno le loro capacità si sarebbero sviluppate enormemente. E così è stato davvero. Solo che il test era finto, i bambini etichettati come superintelligenti erano stati scelti a caso. È stata la convinzione degli insegnanti, che inconsciamente hanno cominciato a trattare quei bambini diversamente, a favorire quei risultati.

E se questo è vero in positivo, allora può essere vero anche in negativo. Forse era a questo esperimento che pensavo quando, la sera prima di rimandare il nostro piccolo ometto all’asilo, il primo giorno dopo le vacanze natalizie, che poi coincideva con il giorno del tuo funerale, ho fatto avvisare le maestre e i genitori di non darmi condoglianze in sua presenza, di trattarlo nel modo più naturale e spontaneo, senza dargli delle attenzioni speciali.

Io continuerò a vederlo come il bambino in gamba che si dimostra di essere giorno dopo giorno e chiedo a tutti quelli che gli stanno intorno di continuare a fare lo stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *